Reggio: controlli su ristoranti, pescherie, supermercati e furgoni frigo.

Reggio: controlli su ristoranti, pescherie, supermercati e furgoni frigo. Denunce e sequestri di oltre 5 quintali di prodotti

da IlDispaccio

Nell’ambito del piano di azione nazionale/transazionale Focus N’drangheta, coordinato da S.E. il Prefetto, dal mese di ottobre fino ad oggi, i militari della Guardia Costiera di Reggio Calabria congiuntamente al personale della Guardia di finanza R.O.A.N e della Direzione territoriale del Lavoro, ha effettuato, ognuna negli ambiti delle proprie competenze, controlli presso rinomati pubblici esercizi, operanti nel settore della ristorazione dei comuni di Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Scilla. In alcuni accertamenti hanno altresì’ partecipato anche militari dell’Arma dei Carabinieri e personale della Polizia di Stato. Obiettivi della citata attività, erano la sensibilizzazione degli operatori del settore ad una scrupolosa osservanza della normativa afferente i prodotti ittici destinati al consumo umano, l’osservanza delle prescrizioni previste sulla tracciabilità/rintracciabilità di tali prodotti nonché l’osservanza delle norme contrattuali in materia di assunzione dei lavoratori (emersione del lavoro nero). Sono stati altresì predisposti dei controlli presso alcuni esercizi commerciali dediti alla vendita dei prodotti ittici (pescherie e supermercati) e sono stati effettuati dei posti di blocco presso gli imbarchi/sbarchi dei traghetti da Villa San Giovanni al fine di verificare il corretto trasporto, da e per la Sicilia, dei prodotti della pesca. In quest’ultimo caso preziosa è stata la collaborazione anche delle unità cinofili della Guardia di Finanza e del personale del locale Commissariato di Polizia.
Di seguito i risultati conseguiti: Settore ristorazione : (località Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Scilla)
N° 14 ristoranti controllati;
N° 4 titolari deferiti alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria ( 3 per frode in commercio ed 1 per detenzione di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione);
Totale prodotti ittici posti sotto sequestro penale: 197,600 kg.
Totale prodotti ittici posti sotto sequestro amministrativo: 92,200 kg.
Totale sanzioni amministrative elevate dal personale della Guardia Costiera : n° 3 sanzioni un importo totale di € 4.500,00 per mancata tracciabilità dei prodotti ittici rinvenuti nelle celle frigo.
Totale sanzioni amministrative elevate dalla Guardia di finanza R.O.A.N: € 2.700 (mancanza pagamento canone rai e mancanza licenza alcolici);
Totale sanzioni amministrative elevate dalla Direzione territoriale del Lavoro di Reggio Calabria: € 44.000,00 per n° 14 lavoratori risultati essere stati impiegati in nero su circa 80 lavoratori intervistati. Nel corso dei controlli sono state sospese due attività imprenditoriali, ai sensi dell’ articolo 14, del d.lgs. 81/2008, per l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro. Settore Pescherie/Supermercati: (località Reggio Calabria)
N° 2 pescherie controllate;
Totale sanzioni amministrative elevate: € 3.000,00 (n° 2 verbali amministrativi elevati per mancanza documenti di tracciabilità e mancata etichettatura dei prodotti esposti al pubblico);
Totale prodotti ittici posti sotto sequestro amministrativo: 27,500 kg. Settore Controlli ai furgoni frigo: (località : porto di Villa San Giovanni)
N° 8 furgoni controllati;
Totale sanzioni amministrative elevate: € 9.500,00 (n° 4 verbali amministrativi di cui n° 3 per mancanza documenti di tracciabilità ed uno per detenzione di prodotti ittici sottomisura);
Totale prodotti ittici posti sotto sequestro amministrativo: 186,00 kg. Complessivamente sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria n° 3 titolari di esercizi commerciali dediti alla ristorazione e sono stati sequestrati oltre 500 kg di prodotti ittici.

http://ildispaccio.it/reggio-calabria/131402-reggio-controlli-su-ristoranti-pescherie-supermercati-e-furgoni-frigo-denunce-e-sequestri-di-oltre-5-quintali-di-prodotti

Lascia un commento