Competenze del Tecnologo Alimentare

8 Giugno 20150
Emblem_of_Italy.svg_-1280x1444.png

Il tecnologo alimentare (TA) è lo specialista moderno che possiede competenze multidisciplinari e distintive in campo scientifico, tecnologico, gestionale e legislativo per analizzare il sistema complesso della filiera alimentare (produzione, trasformazione, distribuzione, ristorazione, ospitalità) e per gestire la qualità, la sicurezza e la sostenibilità dei processi e dei prodotti dal “campo alla tavola”, a beneficio dei consumatori, delle imprese, delle istituzioni.

Il titolo di tecnologo alimentare, in base alla legge 59/94, spetta a chi ha conseguito la laurea in scienze e tecnologie alimentari (5 anni vecchio ordinamento, 3+2 anni nuovo ordinamento dal 2007 ), ha superato l’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione ed è iscritto all’albo di uno degli 11 ordini regionali, costituiti a partire da gennaio 2000. L’iscrizione all’albo regionale è obbligatoria per esercitare la professione a titolo pubblico o privato e va intesa come atto consapevole, che permette al TA di svolgere un ruolo di riconosciuta autorità sancita dal governo italiano, a beneficio del pubblico interesse. Ogni ordine è un ente pubblico non economico, con autonomia giuridica, operativa ed economica territoriale; gli ordini regionali costituiscono un unico ordine nazionale, il cui consiglio ha sede legale a Roma presso il Ministero della giustizia che ne esercita la vigilanza direttamente, ovvero tramite i procuratori generali presso le Corti di appello ed i procuratori della Repubblica. Il consiglio dell’Ordine nazionale emana regolamenti e linee-guida per uniformare l’attività degli ordini regionali, nomina i rappresentanti di commissioni/organizzazioni a livello nazionale/internazionale e, su richiesta del Ministero della giustizia, fornisce pareri concernenti problematiche di interesse istituzionale dell’Ordine. Il consiglio dell’Ordine nazionale coordina la strategia di comunicazione istituzionale attraverso l’utilizzo di sistemi informativi evoluti, promuove le attività di formazione e aggiornamento degli iscritti e fornisce supporto di natura fiscale e giuridica in materia ordinistica.

La categoria professionale del TA è stata inserita nel 2010 con Codice ISTAT 23114 tra le “Professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione”, confermando il riconoscimento di un patrimonio di valori e competenze a disposizione del pubblico interesse.

Il Tecnologo Alimentare è il moderno professionista del settore food e per la sua elevata preparazione tecnico-scientifica nel settore agroalimentare, possiede competenze necessarie per affrontare le diverse problematiche del settore, dai processi di trasformazione alla conservazione e distribuzione.

Il TA ha una visione trasversale dei processi alimentari con competenze che spaziano dalle problematiche tecniche e gestionali dei processi di produzione agli aspetti chimico-nutrizionali degli alimenti.
Tale figura professionale offre notevoli e soddisfacenti prestazioni grazie ad una preparazione orientata all’assicurazione di qualità ed alla salvaguardia della tipicità, nell’ottica delle più avanzate tendenze del settore alimentare spaziando in diverse aree disciplinari:

  • Tecnologia dei processi produttivi e di trasformazione;
  • Operazioni unitarie della tecnologia alimentare;
  • Chimica degli alimenti e bromatologia;
  • Microbiologia e igiene applicata agli alimenti ed alla produzione industriale;
  • Commercializzazione e Marketing;
  • Alimentazione e nutrizione.

Condividi!

Lascia una risposta

La tua email non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori *


Articoli recenti

Contatti

Dott. Antonio Paolillo iscritto all’Ordine dei Tecnologi Alimentari n° 206.

349 1460863

antoniopaolillo76@gmail.com

dottantoniopaolillo@pec.it